Il territorio

Il comune di Pescosolido in Ciociaria, confina con  le splendide gole
del Lacerno, con la Valle di Roveto e con la Piana di Sora. Incastonato su un
altura fra la Valle di Comino e la Media Valle del Liri, il centro storico è
posto a 630 metri s.l.m.. Pescosolido in lingua osca significa “pesclum”
(roccia) e “sodolum” (solida) per la sua ubicazione sulle rocce; alle spalle
del piccolo paese spiccano alte montagne, ricomprese interamente nella fascia
preparco del Parco Nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise. Sulla sommità
splendidi pascoli che lasciano spazio più in basso ai boschi e quindi agli
oliveti e ai vigneti. Un ambiente vitivinicolo dalle grandi potenzialità,
grazie all' altitudine, all’ esposizione a Sud e alla ventilazione costante, ma
anche alla presenza di terreni drenanti.


I nostri vigneti sono situati tra i 500 ed i 650 mt slm. L’azienda gode di un clima collinare ventilato, il suolo varia da ciottoli di piccola/media grandezza a sabbie calcaree. La biodiversità, presente naturalmente, è  tutelata ed elevata. Le varietà di vite coltivate sono: Passerina, Maturano Bianco, Capolongo Bianco, Maturano Rosso, Pampanaro, Uva Giulia e Lecinaro.

I sistemi di allevamento sono a spalliera con potatura a Guyot, il sesto di impianto è di 2,5mt x 1 mt. Recentementesono stati impiantati piccoli appezzamenti ad alberata ciociara, localmentedella “trendn”, tirante, con vitifranche di piede per recuperare l’antica tradizione locale.

La tecnica colturale utilizzata è quella della biodinamica, che consiste nel rispetto della natura, nelle lavorazioni con attrezzi non compattanti il terreno, nell’ uso dei preparati biodinamici; quali il cornoletame (500), la silice (501), il compost biodinamico che viene inoculato con i preparati dal 502 al 507, la semina di sovesci ed infine il rispetto delle fasi lunari.